Romanzo Popolare 'da Ornella Muti, Michele Placido, Ugo Tognazzi, Alvaro Vitali, Enzo Jannacci, Mario Monicelli


Romanzo Popolare 'da Ornella Muti, Michele Placido, Ugo Tognazzi, Alvaro Vitali, Enzo Jannacci, Mario Monicelli http://amzn.to/2lXr7yF EUR 4,99 Di Mario Monicelli, 1974. Con Ugo Tognazzi, Michele Placido, Ornella Muti. – Ma prima cos’avevate fatto? – Prima quando? – Prima, dopo, lì, nel pied à terre della ferrovia.– Te lo dico se sarai generoso, comprensivo e degli anni Settanta. Il Basletti, “Prima Super della Innocenti” (qualsiasi cosa significhi), non aveva messo in conto il tradimento; né la gelosia, né la disperazione. Giulio Basletti, dinamico metalmeccanico over 50, sindacalista, milanista, brillante e moderno, uno degli anni Settanta insomma, non aveva messo in conto nemmeno di innamorarsi così tanto e di soffrire per amore. Poi un giorno, davanti alla fabbrica, gli piomba davanti questa Vincenzina tenuta a battesimo quindici anni prima a Montecagnano e sei mesi dopo sono marito e moglie:, segue felicità, segue casètta, segue fiulin. Perfetto, no? romanzo popolare tognazzi ornella muti Le corna sono come i vampiri: lo specchio non le riflette, ma ti succhiano la vita No, perfetto un’ostia, direbbe il Basletti. Perché lui stesso (causa accomodamento scontro sportivo e solidarietà proletaria) si porta in casa il Giovanni, anzi l’Agente Pizzullo Giovanni (XII Celere), il quale presto insidia la Vincenzina, la quale cede alla passione (sulle note di “Sono una donna, non sono una santa”), viene scoperta e confessa (con dovizia di dettagli). Va bene, Basletti, stiamo calmi, ma siamo o non siamo negli anni Settanta? Com’è che invece uno come te “sano di mente, socialmente impegnato, insomma uno regolare, diventa un pagliaccio?” Tradimento e passione, nord e sud, classe operaia ed emancipazione femminile nella Milano di quarant’anni fa, raccontati in un gergo indimenticabile in cui il pathos da fotoromanzo si fonde con le immagini e i toni delle cronache sportive, sul contrappunto delle voci fuoricampo, che ricordano e ricostruiscono il romanzo popolare del Basletti. Nota bene: ai dialoghi (sceneggiatura di Age, Scarpelli e Monicelli) collaborarono Beppe Viola ed Enzo Jannacci, autore delle musiche (“Vincenzina e la fabbrica”).
Segui Clip Cinema - http://ift.tt/2lbs1Ue


Compra adesso su Clip Cinema (facebook): http://ift.tt/2lXm15y
Condividi questo post :
 

Posta un commento

 
Pin It button on image hover